Come alcuni compro oro approfittano dell'imprecisione degli acidi per comprare l'oro ad un prezzo più basso del reale valore:
Valerio Saltari

Reviewed by:
Rating:
5
On 28 Agosto 2019
Last modified:1 Ottobre 2019

Summary:

Come alcuni compro oro approfittano dell'imprecisione degli acidi per comprare l'oro ad un prezzo più basso del reale valore.

[Come alcuni compro oro approfittano dell’imprecisione degli acidi per comprare l’oro ad un prezzo più basso del reale valore].

 

Oggi voglio affrontare un problema che può farti rimettere molti soldi.

Se hai gia venduto qualcosa in un compro oro, sai bene come funziona il controllo del metallo: si fa un segnetto grattando il gioiello su una pietra di paragone e si mette una goccia di acido specifico. Se il segno rimane vuol dire che è oro; se scompare invece non lo è.

Differenza tra oro 18kt e oro falso
Differenza tra oro 18kt e oro falso

 

E’ un metodo corretto, veloce, ed in generale piuttosto preciso per STIMARE la caratura dei preziosi. E’ il metodo che anche io uso comunemente, e nel 80-85% dei casi va più che bene.

Se bisogna controllare qualche ciondolo o collanine marchiati 750 (e quindi 18kt), la prova con il reagente è più che sufficente.

E allora qual’è il problema?

Come potete intuire già da soli, basarsi su una goccia di acido per identificare una caratura rende il metodo di valutazione piuttosto grossolano, per non dire impreciso.

Va bene per avere una idea, un’ indicazione, specie se si tratta di oro 18kt che poi è il titolo più comune della gioielleria italiana.

Ma quando le carature sono diverse dal 18kt (penso al 22kt o a quelle inferiori come il 12kt ad esempio) le stime iniziano a diventare sempre più imprecise sopratutto perche molte volte i gioielli non sono neanche timbrati.

Facciamo l’esempio di un gioiello a 14kt (oro 585).

Il metodo con l’acido reagente è lo stesso per tutte le carature,solo il risultato è un po’ differente e potrebbe lasciare spazio alle interpretazioni.

Mentre le differenze tra oro vero e oro falso sono plateali (l’oro falso con l’acido sparisce completamente), quelle tra oro 14kt ed oro 12kt (oppure 9kt) sono molto meno chiare, stessa cosa per quelle tra 18 e 22kt.

La maggior parte delle volte un commerciante esperto nota tranquillamente queste differenze, ma un cliente (TU!) non la nota, ed è costretto a fidarsi.

C’è anche da tenere in conto che , alcune volte, l’oro è legato con particolari metalli (come ad esempio il palladio) ed è veramente difficile capire la reale caratura del metallo anche per il compratore più esperto. Ad esempio i rottami dentari non sono solo in oro, ma c’è anche del palladio che condiziona in parte il risultato del test con l’acido.

Secondo te, un negoziante che in buonafede non è sicuro della caratura, nel dubbio,  ti pagherà la caratura più alta (ad esempio 14kt) o quella più bassa (9kt)?

N.B tra il 14 kt ed il 9kt la differenza sono di oltre 10€ al grammo, capisci ora il senso del titolo?

Hai mai sentito dirti:

Signora, come vede l’acido si sta “mangiando” la striscia, non è 14kt ma 9kt…

Pensa poi a quei commercianti che già di loro non agiscono in buonafede (basta vedere qualche servizio di striscia la notizia o delle iene), come credi ti valuteranno il gioiello?

  • Rottami dentari,
  • gioielleria vintage (il vecchio bracciale della nonna in oro rosa)
  • la catena del vecchio orologio da taschino
  • la gioielleria dell’est europa
  • La gioielleria USA

sono tutti esempi di oro inferiore al 18kt che corri il rischio di farti pagare molto meno del loro reale valore.

Discorso simile per l’oro a 22kt: essendo molto raro da trovare sottoforma di gioielli (si trova principalmente nei gioielli provenienti dall’Asia) molti commercianti tenderanno a pagartelo come 18kt (circa 10€ al grammo in meno rispetto al suo reale valore).

Come fare allora?

Spettrometro ai Raggi XIl consiglio che sento di dare, è quello di rivolgervi sempre a dei negozianti di comprovata esperienza e professionalità, dotati di strumentazioni professionali all’avanguardia come Orolive.

Da Orolive non usiamo solamente il test dell’acido per determinare la caratura dei gioielli, bensì ci avvaliamo di strumentazione all’avanguardia come lo Spettrometro X-ray specifico per l’analisi dei metalli preziosi.

Lo spettrometro esegue una analisi ai raggi x (né distruttiva, né invasiva) che permette di determinare l’esatta composizione dei metalli con cui sono fatti i vostri gioielli.

Qualsiasi oggetto messo nella macchina, non importa lo stato o la composizione, viene analizzato in pochi secondi fornendo un report dettagliato della sua composizione,

9,10,12,14,22kt… non ci sono problemi, non c’è spazio per le interpretazioni, è scientifico.

Analisi di gioielli a 9, 14 e 22kt
Analisi di gioielli a 9, 14 e 22kt

 

E’ cosi estremamente preciso e affidabile (aggiungerei anche costoso) che lo si trova quasi esclusivamente nelle grandi fonderie, non so se esiste qualche negoziante che ne abbia uno, probabilmente siamo tra i pochi compro oro (se non gli unici) a metterla a disposizione per i clienti.

Strumentazioni all’avanguardia, unite al nostro METODO OROLIVE®, garantiscono per il cliente PROFESSIONALITA’, TRASPARENZA e, cosa molto importante, MASSIME VALUTAZIONI.

Se vuoi vendere oro e argento ed essere sicuro di ricevere VERAMENTE il MASSIMO rivolgiti a dei veri professionisti, rivolgiti a Orolive.

A differenza di molti concorrenti, siamo sempre disponibili a farvi una valutazione REALE telefonica.

Come contattarci per ricevere una valutazione a distanza:

  • Contattaci telefonicamente allo 06.97605233 oppure al 324.5328159 (anche whatsapp)
  • Manda una mail a: info@orolive.it
  • Utilizza il il modulo sottostante.

Contattaci per Informazioni


Tipi di file accettati: doc,docx,pdf,txt,gif,jpg,jpeg,png
Dimensione massima: 7mb
Privacy e Trattamento Dati Personali
Come alcuni compro oro approfittano dell'imprecisione degli acidi per comprare l'oro ad un prezzo più basso del reale valore.