bre­ve arti­co­lo sull’oro puro a 24kt o 999:
Vale­rio Sal­ta­ri

Reviewed by:
Rating:
5
On 30 giu­gno 2017
Last modi­fied:23 mag­gio 2018

Summary:

Oro fino, oro puro, oro 24 cara­ti: i beni-inve­sti­men­to per eccel­len­za, come spes­sis­si­mo si sen­te dire. Anzi, direi IL bene-inve­sti­men­to per eccel­len­za, visto che non si trat­ta di tre diver­se tipo­lo­gie di oro, ma sem­pre del­la stes­sa.

Oro fino, oro puro, oro 24 cara­ti: i beni-inve­sti­men­to per eccel­len­za, come spes­sis­si­mo si sen­te dire. Anzi, direi IL bene-inve­sti­men­to per eccel­len­za, visto che non si trat­ta di tre diver­se tipo­lo­gie di oro, ma sem­pre del­la stes­sa.

Quan­do si pen­sa a un inve­sti­men­to in oro, tut­ti noi pen­sia­mo subi­to a una cas­sa­for­te in una ban­ca sviz­ze­ra pie­na di luc­ci­can­ti lin­got­ti di oro. Ebbe­ne, quei lin­got­ti sono com­po­sti total­men­te in oro fino ed è pro­prio per que­sta carat­te­ri­sti­ca che il loro valo­re è (pra­ti­ca­men­te) sicu­ris­si­mo.

Oro puro e oro fino: due concetti uguali e diversi

Lingottino di oro puro 24kt
Lin­got­ti­no di oro puro 24kt

Cos’è l’oro fino?”, “cos’è l’oro puro?”: sono doman­de che spes­so i clien­ti mi pon­go­no cer­can­do un esper­to del set­to­re. Per­ché è impor­tan­te sape­re la rispo­sta? Per un moti­vo mol­to impor­tan­te: la finez­za e la purez­za dell’oro sono i para­me­tri prin­ci­pa­li che ser­vo­no a sta­bi­li­re il valo­re e la quo­ta­zio­ne dell’oro al gram­mo (come si quo­ta il valo­re dell’oro fino? Ne ho scrit­to qui, qui e qui). Se quin­di il clien­te desi­de­ra capi­re quan­to val­go­no i pro­pri gio­iel­li pri­ma di ven­der­li, oppu­re se desi­de­ra inve­sti­re acqui­stan­do oro, il pri­mo pas­so da fare è capi­re che tipo di oro ha fra le mani.

Ma biso­gna fare una distin­zio­ne subi­to: se oro puro e oro fino sono la stes­sa cosa, lo stes­so non si può dire dell’oro sem­pli­ce, ossia dell’oro di cara­tu­ra infe­rio­re ai 24kt di cui son fat­ti in pra­ti­ca (qua­si) tut­ti i gio­iel­li. È intan­to impor­tan­te sape­re che il valo­re è diver­so da quel­lo dell’oro 24kt, come di cer­to si sa, soprat­tut­to quan­do è oro usa­to o rige­ne­ra­to.

Per rispon­de­re a quel­le doman­de, in ore­fi­ce­ria si par­la di oro allo sta­to puro quan­do non è alte­ra­to da altri metal­li. Per­ché l’oro deve esse­re alte­ra­to? Per­ché l’oro è un metal­lo mol­to mal­lea­bi­le, mol­to mor­bi­do, facil­men­te lavo­ra­bi­le, ma pro­prio per que­sto mol­to faci­le da rovi­na­re.

Se un anel­lo con un dia­man­te fos­se costi­tui­to da oro 24kt, cor­re­re­sti il rischio di per­de­re il dia­man­te per stra­da o addi­rit­tu­ra la rot­tu­ra dell’anello stes­so! È per que­sto moti­vo che in ore­fi­ce­ria l’oro vie­ne mischia­to con altri metal­li (per esem­pio rame, argen­to, pal­la­dio). Si crea­no così del­le leghe che lo ren­do­no più duro, di diver­si colo­ri… ma anche meno puro.

Ma passiamo ora a purezza e finezza: le due unità di misura della qualità dell’oro.

PUREZZA: La purez­za è l’unità di misu­ra basa­ta in cara­ti (o kt), cioè la per­cen­tua­le di oro pre­sen­te nel­la lega, su un metro di 24.
Un ogget­to di oro 24 cara­ti è sem­pre costi­tui­to al 100% di oro puro (anche le pie­tre pre­zio­se ven­go­no misu­ra­te in cara­ti, ma si trat­ta di un’unità di misu­ra non di purez­za ma di peso, dove 1kt equi­va­le a 0,2gr…quindi atten­zio­ne a non con­fon­der­si!).

FINEZZA: La finez­za è lo stes­so con­cet­to di quan­ti­tà di oro puro pre­sen­te nell’oggetto, ma espres­sa in mil­le­si­mi anzi­ché in cara­ti: l’unità di misu­ra è, quin­di, su base 1000. Cioè? L’oro vie­ne divi­so in 1000 mil­le­si­mi e si defi­ni­sce fino se su que­ste 1000 par­ti, tut­te sono di oro (anzi, 999,9 sem­pre per la pre­sen­za di impu­ri­tà ine­vi­ta­bi­li). Per esem­pio, un lin­got­to di un chi­lo di oro è puro 999 se è com­po­sto da 1000gr di oro; è puro 750 se, inve­ce, con­tie­ne solo 750gr di oro puro e altri 250gr di altri metal­li, e così via.

Come riconoscere la purezza dell’oro?

In Ita­lia ogni pro­dut­to­re di ore­fi­ce­ria deve, per leg­ge, indi­ca­re chia­ra­men­te la quan­ti­tà di oro fino pre­sen­te nell’oggetto crea­to e immes­so nel mer­ca­to, appli­can­do un pic­co­lo mar­chio pro­prio sull’oggetto. Que­sto mar­chio, chia­ma­to pun­zo­ne (e il pro­ces­so è la pun­zo­na­tu­ra), deve spe­ci­fi­ca­re la quan­ti­tà di oro con­te­nu­ta (in mil­le­si­mi) e il mar­chio di fab­bri­ca dell’oreficeria. Nei gio­iel­li che tut­ti pos­se­dia­mo, in un pun­to poco visi­bi­le e in un pic­co­lo rom­bo, potre­mo sem­pre tro­va­re inci­si il nume­ro 750 (o infe­rio­re). È l’indicazione prin­ci­pa­li per defi­ni­re il valo­re del gio­iel­lo se si desi­de­ras­se ven­der­lo. Negli ogget­ti di oro puro -che non sono qua­si mai gio­iel­li, ma lin­got­ti e alcu­ni tipi di mone­te- la pun­zo­na­tu­ra indi­ca­ta è 999.

Pur­trop­po però le truf­fe son sem­pre die­tro l’angolo e sono sta­ti regi­stra­ti casi di pun­zo­na­tu­re fal­se. Come capi­re se un gio­iel­lo di oro è fal­so? Come esse­re sicu­ri che si trat­ti di oro puro 999? C’è solo un meto­do sicu­ro e pro­fes­sio­na­le: far vede­re il gio­iel­lo a un pro­fes­sio­ni­sta di fidu­cia. Mol­ti clien­ti han­no ripo­sto que­sta fidu­cia in Oro­Li­ve e ogni gior­no entra­no nel nego­zio in via Accia­io­li 4 a Roma per chie­der­mi un’analisi (velo­ce e gra­tui­ta) del pro­prio oro. Vie­ni anche tu a tro­var­mi, togli­ti ogni dub­bio!

orolive il compro oro nel centro di roma con le quotazioni in tempo reale

Curiosi utilizzi dell’oro puro

Data la sua mal­lea­bi­li­tà, negli ulti­mi anni l’oro puro è sta­to uti­liz­za­to non solo per pro­dur­re lin­got­ti, ma anche ogget­ti dav­ve­ro curio­si, per un mer­ca­to del lus­so che desi­de­ra pos­se­de­re ogget­ti esclu­si­vi e fare esperienze…dorate! Il made in Ita­ly arri­va sem­pre in pri­ma linea e ha pro­dot­to e pro­po­sto (soprat­tut­to per il mer­ca­to degli emi­ra­ti ara­bi) le scar­pe da uomo, i tor­tel­li rive­sti­ti in oro fino ali­men­ta­re e lo cham­pa­gne con­te­nen­te goc­ce di oro puro. Negli USA fra i musi­ci­sti hip hop ha spo­po­la­to la moda del­le car­ti­ne per le siga­ret­te e un noto brand di smart­pho­ne ha lan­cia­to il cel­lu­la­re con la cor­ni­ce in oro fino. E le don­ne di un po’ tut­to il mon­do pos­so­no da tem­po bio­ri­ge­ne­ra­re la pro­pria pel­le gra­zie a trat­ta­men­ti di bel­lez­za inte­ra­men­te a base di oro 24kt.
Non si può nega­re che l’oro puro sia dav­ve­ro pre­zio­so e ver­sa­ti­le!

Oro fino, oro puro, oro 24 cara­ti: i beni-inve­sti­men­to per eccel­len­za, come spes­sis­si­mo si sen­te dire. Anzi, direi IL bene-inve­sti­men­to per eccel­len­za, visto che non si trat­ta di tre diver­se tipo­lo­gie di oro, ma sem­pre del­la stes­sa.